mercoledì 10 febbraio 2016

“We have to talk” - Diversity at work... and at home

Damiana Paras grew up in the Philippines, a country marked by different influences over the centuries from China, Spain and the U.S., but not really within a diverse society.

However, even if that country doesn’t have a lot of immigrants, she was used to building relationships with people from different cultures: “When I encountered the Focolare, I had the experience of meeting different people from different countries in Europe — and I enjoyed it.” She remembered how the Gospel-based experiences that the Europeans shared were universal, and she felt enriched by their world views and ideas, as they were by hers. Her six children also participated in Focolare youth meetings, and she encouraged them to be open to diversity.

domenica 7 febbraio 2016

Messina, Italia: Sognando un quartiere a misura di «monelli»

Messina, zona sud. Un lembo di terra come tanti ce ne sono nel Meridione italiano. Degrado e abbandono vestono la zona sin dagli anni ’50. Periodo in cui è sorto il quartiere Fondo Fucile, meglio noto da queste parti come il quartiere della “Chiesa che non c’è” perché il terreno su cui doveva essere edificata è occupato dalle baracche. Le prime sono arrivate da Giostra, altro quartiere molto povero, in attesa della costruzione e dell’assegnazione delle case popolari. Ma man a mano che le famiglie entravano nei nuovi alloggi, altre ne arrivavano ad occupare le baracche. Fino ai giorni nostri, in cui la Chiesa ancora non c’è, ma la baraccopoli sì.

venerdì 5 febbraio 2016

Life after Typhoon Melor: Early recovery focuses on shelter repair

It has been three weeks since Typhoon Melor struck Central Philippines and Eastern Visayas, and many communities are starting to rebuild their homes and their lives, especially in those areas that have yet to receive proper support for shelter and livelihood needs. The lack of building supplies and materials are forcing many of them to meet their needs in an inadequate, unsafe and unstable way.

60-year-old Ernesto Ahitan, a resident of Real in the municipality of Monreal, Masbate has almost finished constructing the skeleton of his new two-storey home.

mercoledì 3 febbraio 2016

Giggs, Neville e i senzatetto

Nel gelido inverno di Manchester, continua a fare notizia la decisione di Ryan Giggs e Gary Neville, ex stelle del calcio del Manchester United, di dare ospitalità fin dallo scorso ottobre a una trentina di senzatetto nel loro hotel di lusso in costruzione. 17.530 sono le famiglie senza fissa dimora nei quartieri di Londra

Se le folate artiche che hanno sferzato Europa e Italia qualche settimana fa non hanno risparmiato qualche disagio in genere, in un simile inverno la vita di un senzatetto è certo messa oltremodo a dura prova. In Gran Bretagna, in particolare l’emergenza senzatetto è ai massimi livelli: non è insolito scorgere la notte, anche nei quartieri più ricchi e frequentati da benestanti come Chelsea o Notting Hill, persone munite di sacco a pelo cercare un riparo meno freddo negli androni degli eleganti palazzi, in particolare nella stagione invernale.