domenica 26 luglio 2015

Alcune notizie da Parigi: "JPentecôte" e con i giovani afgani


Ciao a tutti!
Grazie per tutto quello che vivete e preparate per “Gioventù Nuova” in tutto il mondo! Con questo messaggio, volevamo darvi alcune notizie di quello che si è vissuto questi due ultimi mesi:

Participazione all’Incontro dei giovani lavoratori "JPentecôte" a Parigi

Dal 23 al 25 maggio si è tenuta all’Istituto cattolico di Parigi, la 4° edizione di JPentecôte, momento dedicato ai giovani lavoratori tra i 25 e i 35 anni, provenienti da tutta la Francia.
240 giovani si sono riuniti per discutere sul seguente tema « Siate gli attori del futuro » con testimonianze varie, momenti di condivisione in piccoli gruppi, momenti di preghiera.
La coordinazione dell’evento era assicurata con tanto slancio da Anne e la sua equipe.
Durante la prima plenaria, la testimonianza di Myriam, participante alla Summer School 2014 sull’economia di comunione a Parigi, ha lasciato tutti molto entusiasti e diversi interventi successivi si sono rifatti a quest’ultima.

mercoledì 22 luglio 2015

domenica 19 luglio 2015

Chee Ven Jiun, Gregory (Malesia): Uniti per portare ad altri la fraternità universale

Vengo dalla Malesia, Paese asiatico ricco di tante etnie e culture, che recentemente ha conosciuto un grande sviluppo economico. Si trova nella stessa area geografica con Singapore e Indonesia. Questi 3 Paesi sono molto diversi l'uno dall'altro. Dal punto di vista dell'economia Singapore è un paese altamente sviluppato del cosiddetto 'primo mondo', uno dei maggiori centri commerciali del mondo. L'Indonesia, invece, è un paese cosiddetto 'in via di sviluppo', caratterizzato dalla produzione agricola; è il quarto nel mondo per popolazione, con più di diecimila isole. Il divario, tra ricchi e poveri, tra questi Paesi, è molto alto.

Oltre alla sua povertà, l'Indonesia è un paese spesso colpito da calamità naturali, come eruzioni vulcaniche, tsunami e inondazioni durante la stagione delle pioggie. Durante lo tsunami del 2004, molti volontari sono andati ad aiutare nella distribuzione di viveri e ad aiutare a ricostruire le barche e le case.

venerdì 17 luglio 2015

#EmbraceNepal: "Tutti siamo uno" with Edward

This is Edward, an ordinary guy who recently found out about what happened in Nepal, where a 7.8 Magnitude earthquake destroyed cities, villages and took lives of thousands in a matter of minutes.

He too experienced a similar helplessness when his city (Tacloban City, Philippines) was hit by what is so far the strongest typhoon on the planet - Supertyphoon Haiyan. However, a lot of help came from strangers from different countries: strangers, anonymous, were making every step to make sure that we had food to eat, water, temporary shelter, and emotional and medical help.

Now, we are faced with another type of destruction from a natural calamity. And this time, Nepal needs our help – Nepal needs every little act of kindness. And he want to be part of it.